Materia Sensibile

Lunedì 25 Aprile 2016 13:07
News - Rassegna stampa
| Stampa |

     Di solito con materia intendiamo un’entità provvista di una consistenza fisica, dotata di peso e colore, capace di adeguarsi in una forma, concepita di volta in volta come sostrato concreto e ben differenziato in oggetti o sostanze.  Eppure dal greco, originariamente, questa parola indicava qualcosa di molto semplice e reale: la selva.

 

Silvia parte da cose reali attorno a noi, la natura in primis con tutto quello che ne concerne. I suoi occhi e il suo cuore funzionano come una pellicola fotografica, ricoperti di un’emulsione sensibile, sono atti a essere impressionati dalle energie invisibili e vivaci che scorrono nella selva. E allora la pittura diventa quella materia concreta per suonare lo spartito delle esperienze che in quel momento la incontrano. Materia sensibile perché è la percezione per mezzo dei sensi di quanto l’artista distingue e misura nella sua vita in risposta alle variazioni dell’esistenza.

Non è solo pittura, la materia sensibile di Silvia Casilli è la sua personale risposta filosofica al mondo.

 

Aristotele riprende Platone per spiegare il mutamento come passaggio da contrario a contrario o dalla privazione a una forma, e per questo fine pensa esserci un sostrato originario: la materia “prima” sempre presente all’interno nel divenire di ogni “ente”.  Zenone di Cizio concepiva la materia come principio passivo sul quale interveniva il divino rendendo l’impronta florida e fertile.  In epoca rinascimentale si contrasta l’idea aristotelica e si acquisisce quella di forze che agiscono su un sostrato materiale di una realtà fisica: Giordano Bruno, vede agire nella materia il principio sensibile e intelligibile.

 

La materia sensibile che ci troviamo di fronte è la materia prima del mondo, che incontrando una capacità di cogliere non comune viene fecondata per il nostro sguardo diseducato alle molteplici sfumature che ci circondano.

 

Benedetta Antonia Salvi
Storica e Critica d’Arte Ultimo aggiornamento Lunedì 25 Aprile 2016 13:20