galleria
pittura

Galleria delle opere

pitturaPITTURA

Non è semplice per me operare una distinzione tra i linguaggi che uso. In fondo tutto è pittura per me, anche l'incisione e la fotografia, ma sicuramente tutto è nato da qui, da un rapporto fisico con la materia che si fa immagine. La materia ha una sua forza interna che sfugge ai confini artificiali del segno e di questo mi sono resa conto molto presto, quando, lavorando con insistenza sulla composizione della natura morta, sono nati i primi quadri informali. Origine (2003), è in realtà una composizione con una caffettiera, terraglie, della frutta e dei carciofi.
Ci si inserisce in una strada già percorsa da altri, con la consapevolezza che tutto è già stato fatto e dunque con l'umiltà di imparare dai tanti maestri. Non mi sono mai posta il problema di dover creare qualcosa di assolutamente 'originale'. Ciò che mi interessa veramente è riuscire ad affinare gli strumenti per esprimere la mia visione del mondo. Una visione poetica e positiva, nonostante le tante difficoltà e sofferenze, quasi un atto di fede, direi, in una sostanziale bellezza e bontà della vita.
Parrà strano che molte opere pittoriche siano realizzate con un materiale non convenzionale, come il bitume, ma vi è una necessità di fondo nella sua scelta. Non c'è nulla di più adatto per raccontare il tempo prima del tempo, il momento esatto in cui il caos prende forma e nasce l'universo.

 
Silvia Casilli
Old Town Hall, Londra dal 16 al 18 febbraio 2012. Sarò presente con alcuni lavori di fotografia astratta realizzati recentemente in Finlandia
My portfolio on Saatchi on Line Gallery

CULTUREINSIDE - Art community and social network for artists and art lovers
kiptonart
facebook
Silvia Casilli
Via Paolo VI, 47
25030 Mairano (Brescia) | Italy
Cell: +39 3287463974
E-mail:info@silviacasilli.it

Copyright © 2010 Silvia Casilli
Tutti i diritti sono riservati
Sito realizzato daCesare Di Cola

Paesaggio mistico

paesaggiomistico3_rassegnastampaEsiste un’arte della profondità che sembra arrestare i confini dell’universo e della conoscenza, nutrirsi della meditazione dei pittori e tradurre gli intimi accordi che risuonano dentro di loro con una strana forza. È il linguaggio attraverso cui si esprimono, mediante l’alfabeto delle forme, la potenza dei sogni, la magia del passato, gli incantesimi del cuore.
(Hokusai, Henry Focillon)


An art of deepness exists that seems to halt  the boundaries of universe and knowledge, to nourish through meditation of painters and to translate the intimate keys that sound inside of them with a strange power. This is the language through which  - by means of the alphabet of forms – the power of dreams, the magic of past and the enchantment of the heart do express. (Hokusai, Henry Focillon)